I Musei -> Ripatransone -> Museo Civico Bonomi Gera -> Pinacoteca civica -> Visita virtuale

Pinacoteca civica - Sala IX (Sala degli arredi)

Sala IX - Sala degli arredi
(Palazzo Bonomi-Gera - Primo piano)

Il vasto ambiente è coperto da un bel soffitto cassettonato, dipinto a motivi floreali e vegetali. Immediatamente al di sotto corre un alto fregio affrescato con putti reggi-festone, purtroppo danneggiato dalle martellinature di un’antica ridipintura. La decorazione risale all’originario assetto del Palazzo Bonomi ed è assegnabile ad una bottega di pittori ornatisti ascolani attivi nei primi decenni del Settecento.

A destra dell’ingresso, è accostata alla parete la grande incorniciatura dorata di un’alcova, databile alla metà del XIX secolo: è costituita da una coppia di colonnine, culminate da fiamme, e da lesene che sostengono una trabeazione racchiudente una doppia voluta. All’interno, oltre ad una piccola ribalta marchigiana, su cui posa una sculturina lignea dorata raffigurante il gruppo della ‘Madonna di Loreto’, si trovano una serie di quadretti devozionali e un bel ricamo settecentesco su seta. Sulla destra, sono appesi una serie di finissimi rilievi in legno di soggetto sacro. T

ra le due finestre, sono poste una console in noce e tre elaborate cornici intagliate, dipinte e dorate risalenti al XVIII secolo: quella centrale racchiude uno specchio, le laterali circondano due dipinti: una ‘Scena di martirio’ e ‘San Gaetano da Thiene’. Sulla parete adiacente, sopra un sobrio e lineare cassettone in noce, è una raccolta di specchiere sette e ottocentesche, di diverse tipologie, disposta intorno ad una specchiera di maggiori dimensioni, racchiusa in una splendida cornice intagliata e dorata.

La parete a sinistra, cui è appoggiata una piccola ribalta, presenta una serie di dipinti ottocenteschi – paesaggi, ritratti, scene di genere – di autori italiani, inglesi e francesi. Accanto alla porta, infine, sono esposti un crocifisso, appeso sopra un inginocchiatoio settecentesco, un dipinto raffigurante una testa maschile e due pregevoli acquerelli di Ludovico Seitz, eseguiti a Loreto nel 1894, probabili bozzetti per vetrate dipinte.


Mostra l'elenco completo dei reperti presenti in questa sala (67)

MuseiPiceni