Eventi

Una Commedia per Carnevale    

In scena al Teatro Serpente Aureo sabato 7 febbraio "Malanni e Malaffari"

I Carnevali di Ascoli, di Offida e di Castignano, non intendono unire le proprie forme espressive (le reciproche differenze, costituiscono la loro forza), desiderano solo andare alla ricerca delle comuni origini, che si identificano nelle tradizionali maschere della Commedia dell’ Arte.

A fronte di ciò, ecco l’ esigenza di dare vita, nel periodo carnevalesco, a spettacoli di genere teatrale poco diffuso nel panorama nazionale e forse per questo non molto conosciuto.

Per ovviare a ciò, ci si orienta in una duplice direzione. Se da un lato, nei teatri “Ventidio Basso” di Ascoli e “Serpente aureo” di Offida a cavallo tra gennaio e febbraio si esibiranno due Compagnie di professionisti, a fine febbraio nelle piazze di Ascoli e Castignano, sarà possibile assistere a spettacoli di Compagnie specializzate in questo genere teatrale.

Verranno comunque proposti titoli di Commedia dell’ arte, affinché essa possa farsi conoscere ancor più, specialmente in un territorio dove esistono Carnevali storici che si realizzano … poggiando i piedi per terra.

 Lo spettacolo di Sabato 7 Febbraio al Teatro Serpente Aureo si chiama Malanni e Malaffari ed è liberamente ispirato a Il malato immaginario di Molière, per la regia di Francesco Aceti. Si tratta, come i precedenti due spettacoli della Compagnia dell’Improvvisa (Oh Tristo Amor e Intrighi d’amore ovvero il mistero del medaglione), di uno spettacolo di commedia dell’arte, un genere di teatro profondamente legato alla cultura e alla tradizione italiana del Cinque-Seicento, anche se questa volta il lavoro di improvvisazione è partito da una commedia del teatro classico francese. In scena l’alter ego di Argante, Pantalone, interpretato da Andrea Diotallevi, la figlia Angelica (Giovanna Omiccioli), l’avida moglie Belina (Federica Ortaggi), la servetta Corallina (Erica Girolimetti) e il servo sciocco (Laura Rossi) a completare la casata. Interverranno inoltre il dottor Balanzone (Dario Genovali), suo figlio Anacleto e il misterioso Rodrigo, interpretati entrambi da Alejandro Romagnoli. Un intreccio che si presta bene alla comicità terrena della commedia dell’arte, arricchito da numerosi momenti musicali curati da Giuseppe Goffi (tastiera e fisarmonica) e Johnny Talarico (chitarra, percussioni e voce).

Data: dal 03/02/2009 al 28/02/2009 (archiviato)
mostra l'elenco degli eventi.
MuseiPiceni